Miami, tra Art Deco e South Beach

Una mia amica mi ha chiesto consigli per Miami: che dire, se proprio volete  andare al caldo mentre in Italia c’è ancora quell’arietta umida e ventosa, se non volete spingervi fino alla finta Dubai, se il Mar Rosso non fa per voi allora potete affrontare quelle 10 ore di viaggio per schiaffarvi sulle spiaggione, con ombelloni, sedie a sdraio in stile riviera adriatica ma di dimensioni monster, del resto negli Usa è tutto più grande rispetto all’originale. Sappiate che il mare che vedete davanti a voi è Oceano quindi il bagno potete sognarvelo. però avete le vedette sulle spiagge che in caso di pericolo corrono a soccorrervi.

Miami Beach 4 - Aerial

Avete capito che non è la mia meta preferita, però ho tanti amici che a Natale preferiscono svernare con la famiglia al caldo, facendo lo struscio su Ocean Drive dove di notte i viali si animano di turisti urlanti e mezzi ubriachi che si trascinano da un locale all’altro.

Queste lunghe lingue di sabbia sono il risultato dell’opera di bonifica attuata alla fine dell’800, difficilmente abitabile, irta di boscaglia, mangrovie, acquitrini, infestata di zanzare malariche insomma un posto invivibile. I primi abitanti spagnoli si adattarono e pian piano cominciarono a bonificare l’area, costruendo case, strade, vivendo sostanzialmente di pesca.  Miami oggi è un centro di turismo e di affari molto interessante dove in un giorno puoi aprire la tua società e cominciare a fare business. Molto europei si sono trasferiti qui per ovvie ragioni. Il clima caldo, uno stile di vita latino, lo spagnolo prima lingua parlata fanno il resto.

image

Mare, spiaggia, cucina internazionale contribuiscono al buon vivere, ma che cosa c’è da visitare a Miami? Ora non bisogna dimenticare che il paese è relativamente recente e quindi non meravigliatevi se uno dei siti più visitati dai turisti è la casa di Versace davanti alla quale lo stilista italiano che di fatto viveva a Miami, venne ucciso. La casa non è visitabile, la si può vede da fuori, in compenso c’è il bar poco lontano il News café (800 Ocean Drive, Miami Beach) dove Versace andava tutte le mattine a fare colazione e leggere il giornale. Contenti voi…

MIAMI Press Trip 044

Girando per Miami si passa tra i quartieri di Coral Gables, l’elegante Coconut Grove, Little Havana, Miami e South Beach.

MiamiLa zona di Little Havana è interessante perché è il ritrovo dei cubani espatriati e addirittura c’è una produzione di sigari fatti con la stessa tecnica utilizzata a Cuba.  La zona non è tra le più eleganti e i cubani di Miami vivono di commercio con negozi di ogni genere sparsi lungo la strada. Si ritrovano per giocare a carte oppure a scacchi per leggere i giornali e scambiarsi le informazioni sul loro paese. Nulla di particolarmente eccitante, ma fa parte della storia e della cultura di Miami essendo il paese più vicino a Cuba: qualche anno fa un ragazzo raggiunse le coste della Florida in windserf partendo dalle coste di Cuba.  Oggi le cose stanno cambiando e anche muoversi da e per Cuba da Miami è diventato più facile.

2013_0812miami0023Per respirare un’aria innovativa e dinamica portatevi fino al Wynwood Walls (NW 2nd avenue Wynwood) una street art museo in questa ex zona artigianale fatta di capannoni dove chiunque può dilettarsi con una bomboletta spray e disegnare sui muri senza pericolo di essere arrestato. Lanciato nel 2009 durante il Basel art, la street art è rimasta e si è sviluppata diventando uno dei punti di riferimento dell’arte moderna di Miami. Ora i capannoni sono diventati le sedi di importanti case di moda emergenti e l’obiettivo è di fare crescere il quartiere come sedi delle griffe del fashion e del design. Ci sono bar e ristoranti con i loro graffiti anche all’interno, un’area assolutamente da vedere. Potete provare Wynwood Kitchen and Bar (2550 NW 2nd avenue Wynwood)

 

MIAMI Press Trip 058

MIAMI Press Trip 139

MIAMI Press Trip 279

Non dimenticate di visitare il District Art Deco di cui tutti qui vanno molto fieri: sono alberghi e costruzioni tra lo stile Liberty e l’Art deco degli anni 20 quando Miami cominciò ad essere conosciuta anche in Europa e iniziò la sua ascesa fino al famoso serial televisivo Miami Vice che la fece conoscere al grande pubblico, sembra incredibile ma è così.

MIAMI Press Trip 020

Per passare una serata diversa anche se non siete appassionati di basket e il campionato è ancora in corso, andate a vedere una partita degli Heat la squadra di Miami considerata la più forte degli Usa nell’Nba: è uno spettacolo travolgente per come è organizzato con le chiers girls che tra un tempo e l’altro fanno gli stacchetti di danza, si mangia si beve e il divertimento è assicurato.

2013_0812miami0045

Qualche estroso consiglio: molto divertente è Culinary Tour: Miami è famosa per la sua cucina internazionale e in questo tour si girano otto doversi ristoranti, accompagnati da una guida e viene effettuato nella zona dell’Art deco: per info http://www.miamiculinarytours.com

Se vi trovate una domenica mattina in downtown potete avere l’opportunità di un brunch spaziale al Biltmore hotel in Coral Glabes, una delle zone più chic di Miami. Qui in genere si tengono i rinfreschi in occasione dei matrimoni: potete trovare di tutto qualsiasi cucina del mondo, dal pesce, alla carne, dal sushi agli spaghetti un giro del mondo a buffet. Volendo si può pasteggiare a champagne: info 1200 Anastasia Avenue, Coral Gables FL 33134 http://www.biltmorehotel.com

MIAMI Press Trip 032

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...